Tra i boschi dell’Appennino Toscano e dell’Amiata a cercar castagne…

screenshot_2016-10-26-08-46-06

Le  castagne, nelle nostre montagne quelle della Garfagnana, del Mugello, del Casentino, dell’ Appennino Pistoiese e dell’ Amiata, hanno costituito per secoli un mezzo di sostentamento per i loro abitanti.
Le castagne secche, la farina di castagne con le quali si facevano i necci, la farinata e il castagnaccio garantivano i pasti quotidiani. Continua a leggere

Padule di Fucecchio: andar per canali, sul barchino…

padule FucecchioLa più grande palude interna italiana non smette mai di stupirci.
E’ ricca di canali, di vegetazione. Ogni tanto sbuca un leprotto dalla coda a ‘batuffolo’ che sembra ti trasporti in una favola, quella di Alice nel paese delle meraviglie!
Un interessante iniziativa che vi proponiamo è quella di andare per i canali a bordo della tradizionale barchina. A noi è piaciuta.
Quest’anno è piovuto molto, perciò potrà ancora essere possibile prendervi parte.
Si tratta di due ore per inebriarsi di bellezza e quiete assoluta, viaggiando a pelo d’acqua. Nel silenzio, interrotto solo dalle grida degli uccelli acquatici, ti perdi nel labirinto ordinato di canali, immerso tra i canneti e gli isolotti di salici e pioppi che, in un passato lontano, dominavano tutte le pianure toscane.
Non solo un viaggio nella bellezza, quindi, e non solo un’immersione profonda nella Natura: ma anche un percorso a ritroso nel tempo, alla scoperta della Toscana che fu.
(Per informazioni contattare l’associazione Volpoca  329/4340338 e [email protected]padule

Terme di Saturnia: uno dei luoghi più spettacolari al mondo

I luoghi più spettacolari del mondo:
– le terme di Saturnia, Toscana.

Cerchi un’alternativa a una giornata in spiaggia?Artetoscana.it
Una giornata o una vacanza alle terme in estate può essere molto rinfrescante.
La zona tra Roma e Firenze è piena di sorgenti naturali. Ce ne è per tutti i gusti e in ogni stagione.
Questo di Saturnia è il nostro preferito…

Continua a leggere

La Grotta del Vento…uno spettacolo nello spettacolo

Uno ‘spettacolo nello speArtetoscana.itttacolo’…
Situata al centro del Parco Naturale delle Alpi Apuane, in provincia di Lucca, è tra le grotte più complete d’Europa.
Presenta una straordinaria varietà di fenomeni che vengono illustrati con precisione e competenza da guide esperte.
Comodi sentieri permettono di ammirare alla luce di riflettori tutte le meraviglie del mondo sotterraneo: dalle stalattiti alle stalagmiti vive e brillanti alle colate policrome, ai drappeggi d’alabastro, ai laghetti incrostati di cristalli, ai corsi d’acqua sotterranei e alle bizzarre forme d’erosione. Continua a leggere

Il Monte forato…trekking, ferrata e panorami da vivere

La doppia alba e il dopo tramonto…Da alcuni punti della Versilia in determinati momenti dell’anno è possibile ammirare uno spettacolo mozzafiato, la doppia alba e il doppio tramonto. In pratica il sole sorge all’interno del foro, poi si oscura attraverso il bordo del foro per poi risorgere in cielo così da creare l’effetto della doppia alba. Mentre per il doppio tramonto avviene l’incontrario. 

Artetoscana.it

La leggenda narra  che l’origine del foro nella roccia sia dovuto a uno scontro titanico tra il Diavolo e San Pellegrino. Ma per quanto la particolare forma abbia ispirato le più fantasiose storie, l’anello o foro che rende particolare questa roccia è dovuto all’erosione attraverso gli agenti atmosferici.

Il Monte Forato si trova nel comune di Stazzema. La vetta rocciosa è formata da due punte con un arco centrale che le unisce. La vetta settentrionale (1209 metri) ha una croce eretta nel 1913 ed è quella più percorsa dagli escursionisti in quanto è di facile e ampio passaggio. La vetta meridionale (1223 metri) invece è la più alta. L’arco o anello è largo 32 metri e alto 29 metri ed è a 1160 metri di altitudine.

È un fenomeno carsico di grande rilievo in Garfagnana.

I sentieri…

È possibile arrivarci attraverso diversi sentieri. Quindi attrezzatevi con scarpe adatte, acqua, cappellino, qualcosa da mangiare e un key way.

Vi sono anche vie ferrate, ma questi sono da consigliare a chi è esperto in ferrata e non soffre di particolari disturbi o vertigini. Inoltre vi sono percorsi per scalatori.

Un percorso meno difficoltoso e più accessibile è il sentiero 110 che parte da Foce di Petrosciana – Stazzema Lucca e porta direttamente al foro.

Durante il tragitto, entro 45 minuti si giunge ad un intaglio panoramico: il sentiero 110 continua in discesa verso il foro mentre a destra un sentiero porta all’arco, a sinistra un altro sentiero porta alla vetta maggiore.

 

 

 

 

 

Le Alpi Apuane: “uno spettacolo inconsueto”

“Ammirai a lungo quello spettacolo inconsueto che mi faceva pensare, non so perché, alla creazione del mondo: terre ancora da plasmare che emergeva da un vuoto sconfinato, color dell’incendio.” Così Fosco Maraini, alpinista, scrittore e poeta, descriveva le Alpi Apuane.Artetoscana.it

Ogni volta che le osservo dalla Versilia, così imponenti e sovrastanti mi si riempie il cuore di un emozione unica che mi spinge a crede che la descrizione dello scrittore di cui sopra non poteva essere più veritiera!

Le ‘Alpi’ Apuane sono catene montuose appartenenti all’appennino toscano.

Perché si chiamano Alpi…

Sono chiamate ‘Alpi’ a motivo della conformità delle guglie, molto simili a quelle delle Alpi.

La Garfagnana…

Al centro del parco delle Alpi Apuane, a nord della Toscana, vi è la  Garfagnana, una zona ricca di meraviglie della natura.

Gli agenti atmosferici, nel tempo, hanno impreziosito questa zona con spettacolari fenomeni carsici sia in superficie che sottoterra.

Il Monte Forato, le Cascate di Pietra o il Crepaccio dell’altopiano della Vetricia sono un esempio dell’attività che i fenomeni erosivi, vento e acqua, hanno avuto sulle rocce calcaree in superficie.

Inoltre, le Alpi Apuane rappresentano un fiore all’occhiello italiano del fenomeno carsico delle grotte tra cui la famosa  ‘Grotta del Vento’. Anche in questo caso, l’acqua infiltrandosi in crepe nel terreno e nella roccia ha eroso, scavato e modellato la roccia stessa creando cunicoli, passaggi e sentieri sotterranei con torrenti, laghetti e creando stalattiti e stalagmiti.Artetoscana.it

Escursioni a piedi, trekking, ferrata, visitare grotte: sono alcuni degli sport o attività da praticare in Garfagnana.

Inoltre si mangia molto bene spendendo poco. È facile trovare ristorantini che con una minima cifra di dieci o quindi euro vi offrono un pranzo soddisfacente.

Mangiare bene è quasi imperativo in Toscana.
Anzi, direi che volendo, anche  salutistico. Vi suggeriamo di visionare il nostro negozio online.
Vi troverete una proposta di mieli, marmellate, vini, oli, biscotti fatti nel rispetto della tradizione ma soprattutto nel rispetto dell’uomo e della natura.

In questa serie di articoli vi suggerire itinerari e luoghi da visitare. Per gli amanti della
montagna come me la  Garfagnana è una meta da non perdere. Seguiteci!

 

 

Orrido di Botri…un canyon mozzafiato!

Un canyon in Toscana…

'La piscina'

‘La piscina’

Basta andare in Garfagnana nel comune di  Bagni di Lucca per scoprire questa profonda gola calcarea scavata dal Rio Pelago.

Un percorso naturalistico di grande interesse geologico.  Alcune pareti arrivano fino a duecento metri di altezza dove in cima, trova riparo l’aquila reale.

Lungo le pareti in basso, nella zona più umida, la flora è costituita da felci e muschi mentre salendo vi predominano faggete, aquilegia, silente.

Da ponte a Gaio è possibile l’accesso attraverso il letto in secca del torrente fino a risalire e giungere alla cosiddetta ‘piscina’.

Per tanto è possibile visitare il canyon solo nei mesi da metà giugno a settembre. In altri periodi il fiume resta in piena.

Un percorso, quindi, avvincente, che comporta anche qualche ostacolo e qualche difficoltà.

Le pietre del letto del fiume sono liscie, quindi attenzione alle scarpe da indossare. Di certo non è il caso di indossare infradito o ciabatte, come ho visto alcuni accedervi! Può essere scivoloso e molto pericoloso…

Inoltre, in alcuni tratti, dovrete comunque entrare in acqua per passare oltre. L’acqua è fredda!Artetoscana.it

In altri tratti dovrete attraversare con la corda ferrata.

Un percorso di qualche chilometro da fare con gli occhi puntati in alto, ma non solo!

Lo spettacolo tutt’intorno è mozzafiato!

La piscina…

Infine giungerete alla piscina. Una cascata meravigliosa che si tuffa in uno specchio d’acqua, il tutto immerso tra i colori della vegetazione e della  roccia!

Io ci sono stata già due volte e sto organizzando la terza!

Per informazioni visitare il sito del corpo forestale dello Stato.

Fiesole e ‘il parco romantico della regina’

Artetoscana.it‘Il parco romantico della regina’, così chiamato per rendere omaggio alla regina Vittoria d’Inghilterra che lo inaugurò nel 1893, è solo una parte del più grande Ortobotanico d’Italia situato a Fiesole nella fattoria di Maiano.

Un tempo tutta questa area è stata simbolo dell’Illuminismo e della presenza inglese.

Inoltre fu luogo di lavoro di personaggi illustri come Boccaccio, Leonardo da Vinci e Michelangelo.
Apro una piccola parentesi su Firenze, città poliedrica e culturale, patria di artisti del passato ma anche del presente. Visitate il nostro negozio online.
Vi presenterà una Toscana rara e e preziosa: dipinti, creazioni in marmo, delizie del palato tipicamente e rigorosamente della nostra terra.

Tornando allla nostra gita, sara’ sicuramente piacevole passeggiare lungo questi percorsi che evocano altri tempi.

Attraverso itinerari stabiliti e percorsi guidati potrete visitare il ‘laghetto delle colonne’, ricavato da una cava di pietra serena, la casa del tè, dove potrete ristorarvi e proseguire attraverso boschi, aree umide e uliveti.

Sarà facile avvicinarsi anche agli animali: cavalli, asini dell’Amiata, cinghiali, struzzi, oche, capre.

Una gita da fare anche con i vostri bambini!

Sarà possibile anche pranzare e cenare al ristorante della fattoria situato all’interno dell’area.Artetoscana.it

Insomma una giornata all’aria aperta da non perdere!

per ulteriori informazioni visitare la pagina: http://fattoriadimaiano.com/