Informazioni

Nuovi prodotti

Prodotti visti

Speciali

Non ci sono offerte speciali in questo momento.

Il Bianco dell'Erta di Radda

Nuovo

Da uve Malvasia e Trebbiano un Bianco dalla terra dei rossi...

prodotto con uve da agricoltura biologica

Maggiori dettagli

BORN & MADE IN TUSCANY

9,90 €

Scheda tecnica

CodiceLERBI15
ProduttoreAzienda Agricola L'Erta di Radda
Bottiglialt. 0,75
Gradazione12,5% vol.
UveMalvasia 50%, Trebbiano 50%

Dettagli

Il Bianco dell'Erta di Radda 2015 - IGT Toscana Bianco

Zona e Comune di produzione: Radda in Chianti (Siena)

Esposizione: Sud – Est

Altimetria: 430 m. s.m.l.

Tipo terreno: Argilloso – sabbioso con buona presenza di galestro ed alberese

Epoca della vendemmia: vendemmia interamente manuale a fine settembre

Vinificazione: il bianco dell’Erta di Radda è ottenuto da uve Trebbiano e Malvasia, raccolte a mano e portate in cantina nel più breve tempo possibile per evitare ammostamenti ed ossidazioni.

Le uve vengono sofficemente pressate, la fermentazione alcolica avviene in contenitori di acciaio inox a bassa temperatura per preservare gli aromi primari delle uve.

Invecchiamento: Il vino viene conservato durante il periodo invernale in serbatoi di acciaio inox, ad una temperatura molto bassa per favorirne la chiarifica naturale e preservarne gli aromi.

L'Erta di Radda nasce dalla passione di un giovane produttore di vino che, partendo dal forte legame per la sua terra, ha dato vita ad un progetto che abbraccia la filosofia di un'agricoltura biologica.

Il nome deriva dalle forti pendenze delle vigne situate a breve distanza dal centro di Radda in Chianti.

Il vigneto ha radici antiche ma con il tempo è stato in parte rinnovato.

Dal 2009 la produzione vinicola è di tipo biologico, sempre più nel rispetto del territorio e della biodiversità.

Reviews

No customer comments for the moment.

Write a review

Il Bianco dell'Erta di Radda

Il Bianco dell'Erta di Radda

Da uve Malvasia e Trebbiano un Bianco dalla terra dei rossi...

prodotto con uve da agricoltura biologica

Write a review

my contents from blog: 827